Sapere senza mestiere

Il laboratorio prevede la partecipazione di quattro persone che condividono i propri saperi attraverso il racconto e l’attività manuale, mettendo in condizione i partecipanti di realizzare un artefatto, che metta in evidenza come la pratica del fare possa essere strumento capace di trasmettere anche la componente emozionale, relazionale e cognitiva. L’arte popolare domestica è quindi il punto di partenza. Vogliamo infatti riferirci ai lavori svolti nella quasi totalità dalle donne e che hanno come elemento comune la trasformazione e l’intreccio dei fili di diverso materiale interpretandoli attraverso materiali e applicazioni contemporanee. I saperi manuali femminili possono essere considerati una sorta di alfabetizzazione a molte abilità logiche e pratiche. Ordinare, misurare, comparare, orientare, ripetere sono solo alcune delle competenze tecniche acquisite attraverso le lavorazioni popolari e che possono essere trasferite ed utilizzate in molte tecniche artigianali a carattere professionale.
Attraverso la realizzazione dell’artefatto i partecipanti in grado di:
– comprendere l’importanza del progetto in relazione alle fasi esecutive;
– valorizzare il lavoro manuale
– applicare tecniche tradizionali a materiali non convenzionali;
– superare le distinzioni di genere e quelle generazionali;

Informazioni

Evento organizzato da: Università degli studi di Firenze - Design
Informazioni per il pubblico: Per prenotazioni e info contattare: Email: eleonora.trivellin@unifi.it Cell.: 338 4309621
Ingresso: Gratuita
Destinatari: Per tutti